Meringhe al cocco

Print Friendly, PDF & Email

Quando avanzano gli albumi la domanda che ci si pone è sempre la stessa: che ne faccio? La mia risposta è preparare delle deliziose meringhe al cocco!!!

Facili da preparare, magari coinvolgete i vostri bambini,  con pochissimi ingredienti, le potete personalizzare come volete e trasformare un classico della pasticceria in un delizioso pasticcino perfetto per tutte le occasioni .Provalo da solo, accoppiato o magari come guarnizione a un deliziosa coppa gelato.

Una volta provati non potrai farne a meno

 

Tempi:

  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura: 2 ore a 90°C
  • dose per 50 meringhe piccole

 

 

Ingredienti:

 

 

Preparazione:

  1. Un una ciotola capiente e pulitissima versate gli albumi e iniziate a montare.
  2. Dopo pochi secondi aggiungete 1/3 dello zucchero miscelato con la vanillina e continuare a montare alla massima velocità.
  3. Appena inizia a gonfiarsi aggiungere un altro 1/3 di zucchero e lavorare ancora per 2 minuti.
  4. Infine aggiungete il restante zucchero e montate finché non avrà una aspetto bianco, lucido e sostenuto.
  5. Aggiungete aiutandovi con una spatola la farina di cocco amalgamando delicatamente.
  6. Trasferite il composto in una sacca da pasticcere munita di bocchetta a stella e su una teglia rivestita di carta forno formate delle piccole meringhe del diametro di ¾ cm.
  7. Cuocete in forno già caldo a 90/100°C massimo per 2 ore e fate raffreddare su una gratella da pasticceria.
  8. Fondete il cioccolato al latte e decorate le meringhe aiutandovi con un conetto di carta.
  9. Servite accompagnandole da un buon caffè

I passaggi più importanti

Le meringhe al  cocco risulteranno più umide , il tempo di conservazione si riduce a circa una settimana in un contenitore ermetico al fresco.

accoppiale con della crema alla nocciola oppure con del lemon curd. Otterrai un pasticcino perfetto per i tuoi ospiti

Scrivi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*